Dalla Sigaretta tradizionale a quella Elettronica: un modo per tutelare la salute

Erano molte le perplessità a proposito della sigaretta elettronica nei primi mesi dopo l’uscita sul mercato di questo nuovo strumento. Molti sostenevano che il fumo delle e-cig fosse più dannoso di quello delle sigarette classiche.

Niente di più sbagliato. In brevissimo tempo i dati hanno dimostrato incontrovertibilmente tutti i benefici della sigaretta elettronica, tanto che moltissimi studi sono stati fatti in proposito per approfondire la materia.

I vantaggi rispetto al fumo tradizionale sono evidenti e gli studi hanno dovuto confermare che i liquidi di buona qualità non presentano alcun elemento nocivo. Per questo vale la pena di passare a questo dispositivo, portandolo sempre con sé. Per saperne di più, clicca qui.

La sigaretta elettronica non fa male

La sigaretta elettronica non è nociva per tutta una serie di motivi, alcuni dei quali sono fin troppo evidenti. Ad esempio basterebbe evidenziare che non fanno male perché non bruciano tabacco.

Il vero problema del fumo classico è che bisogna portare a combustione gli elementi, portando dunque il fumatore a respirare sostanze nocive.

Con le e-cig, tutto questo viene bypassato: i liquidi non arrivano mai a temperature così alte come nel caso della combustione. Non servono studi approfonditi per comprendere questo semplice concetto.

Eppure gli studi sono stati fatti comunque e hanno confermato l’impatto positivo sulla salute degli svapatori con dati estremamente incoraggianti.

Quello che si ottiene con una svapo è una sorta di aerosol che può contenere o meno una percentuale di nicotina. Il liquido che viene riscaldato è costituito da glicole propilenico, glicerolo e altre sostanze non nocive, che principalmente hanno lo scopo di aggiungere un sapore gradevole.

L’ingrediente alla base del liquido per le svapo è sano ed è comprovato dal fatto che viene utilizzato da anni per realizzare il famoso effetto nebbia nei concerti dal vivo e negli eventi di vario genere.

La sigaretta elettronica: come è fatta e come funziona

Di e-cigarette ne esistono davvero tantissimi tipi e infiniti modelli. La struttura di fondo di questo strumento è comunque piuttosto simile.

L’idea di fondo è quella di fare arrivare il liquido, attraverso la capillarità, all’atomizzatore che lo andrà a vaporizzare permettendo così al fumatore di inalarlo.

In pratica e semplificando molto: il liquido a temperatura ambiente viene fatto penetrare a piccole dosi dentro il vaporizzatore, quest’ultimo nello svolgere il proprio lavoro trasforma il liquido in fumo e all’utente non rimane che inalare.

Nessuna combustione, quindi si possono sfruttare i principi attivi presenti nel liquido senza andare però ad aggiungere al cocktail catrame, idrocarburi policiclici aromatici ed altri residui tossici.

Il vaporizzatore, o atomizzatore, in estrema sintesi è una resistenza elettrica capace di sviluppare una temperatura alta grazie all’energia della batteria agli ioni di litio.

Quando la resistenza è ben calda, attraverso un tamponcino, il liquido a temperatura ambiente entra in contatto con la resistenza et voilà! Si crea il vapore.

Le prestazioni delle sigarette elettroniche sono molto differenti in base al bocchino, alla tipologia di cartucce, alle dimensioni della batteria…

Insomma, chi entra nel mondo della svapata si trova di fronte un microcosmo di sigarette elettroniche diverse per forma, colori, funzionamenti, particolarità, optional… ma i principi base sono quelli sopra riportati.

Sigaretta elettronica e salute

Il fumatore che decide di passare alla sigaretta elettronica vedrà trasformare il suo mondo in pochissime settimane di utilizzo. Le infiammazioni alla gola spariranno per incanto, così come la secchezza nel cavo orale.

In breve inizieranno a migliorare le condizioni di salute dei bronchi e di tutto l’apparato respiratorio.

Dopo qualche mese, inizia a migliorare anche l’olfatto ed anche la gestione della fumata diventa più consapevole. Non ci si interrompe ogni volta per fumare una sigaretta: spesso e volentieri con le e-cig basta una boccata per dare la soddisfazione che si cercava.

La difesa e la promozione delle sigarette elettroniche è stata fatta anche da molti oncologi che non accettano in nessuna maniera che le e-cig vengano paragonate alle sigarette tradizionali.

Il fumo da tabacco non ha bisogno di presentazioni: è semplicemente devastante per la salute umana. Cancri, riduzione della capacità respiratoria, ictus, infarti…

Con le sigarette elettroniche tutti questi eventi drammatici possono essere evitati facilmente. Basterà munirsi di una buona e-cig, degli ottimi liquidi di nostro gradimento, magari acquistandoli dai grandi specialisti del settore come Terpy, e passare finalmente ad una fumata che è solo piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.